Kos, l’isola dalle mille spiagge

Kos, l’isola dalle mille spiagge




Un terremoto nel 1933, è l’evento che ha portato alla luce molte delle antiche rovine della città di Kos; successivamente una serie di studiosi hanno completato i lavori di restauro. Le antiche rovine delle popolazioni italiane e ottomane, sono ora visibili a tutte le persone che visitano questa bellissima isola greca.

Di giorno, Kos è una piacevole cittadina dove passeggiare e ammirare il paesaggio che circonda questa località. Ampi viali, piccole piazze ricche di aiuole e alti alberi sono quello che vi accompagnano nelle vostre visite e successivamente quando vi fermerete ad assaporare degli ottimi piatti locali in uno dei tanti ristoranti di Kos.

il centro di Kos

Eleftherias è la piazza principale di Kos, che con la sua Moschea Defterdar è da sempre uno dei punti più fotografati di tutta l’isola. L’altra attrattiva immortalata nelle fotografie dei tanti turisti, è rappresentata dalle spiagge di Kos; che con le spiagge candide e le cristalline acque sono il regno di chi si vuole rilassare e abbronzarsi.
Nelle vicinanze di Kos si trova l’antica Agorà, che con le sue rovine è uno degli anfiteatri più antichi di tutta l’Europa. Si dice, che nel passato qui abbia trovato riposo Ippocrate stesso.

Il castello veneziano dei Cavalieri, costruito circa nel 14° secolo, si può visitare grazie a un ponte che attraversa il fossato scavato in sua difesa. L’imponente ingresso, costruito nel 15° secolo, si apre sull’ampio cortile e successivamente su statue e colonne sbriciolate dal tempo. Proprio il tempo, così come lo scorrere delle stagioni, hanno reso di una bellezza decadente le rovine di questo castello.

I siti archeologici di Kos

siti archeologici di Kos

A sud della città, si trova un altro sito archeologico, che erroneamente viene chiamato lo scavo occidentale. Le impressionanti rovine, che qui includono un anfiteatro romano e una serie di pavimenti in mosaico che raffigurano dei tori e delle scene di guerra, sono ben conservato in questo sito archeologico.

Una antica Casa Romana del 3° secolo, fa bella mostra di se con i suoi tre cortili, una serie di vasche da bagno e altri mosaici. Nelle vicinanze si trova anche l’Odeon romano, un magnifico teatro che oggi è stato splendidamente restaurato.

Le spiagge di Kos, che con la loro lunga lingua di sabbia vi conducono a sud verso il promontorio Agios Fokas. Lettini e ombrelloni, così come una serie di ristoranti e di locali all’aperto sono pronti ad ospitare i tanti turisti che qui ogni anno si recano per riposare e rilassarsi.